Risorse open access

Il Servizio Nazionale per gli Studi Superiori di Teologia e di Scienze Religiose, in collaborazione con i bibliotecari delle Facoltà Teologiche, ha redatto una lista che raccoglie link di risorse open access:

Open Theology
Open Theology è una rivista internazionale accademica ad accesso aperto che raccoglie i contributi accademici scientifici sulla religione nei suoi vari aspetti: storico, teologico, sociologico, psicologico e altro. L’obiettivo della rivista è quello di promuovere un dialogo internazionale e interdisciplinare nel campo della teologia e degli studi religiosi.

Index Theologicus
Il portale IxTheo dà accesso a un’ampia bibliografia di teologia e scienze religiose completamente
gratuita e open access, che la Biblioteca e le Facoltà Teologiche Protestante e Cattolica dell’Università di Tubinga hanno aperto alla comunità scientifica internazionale.
Vi si trovano: articoli scientifici, monografie, a volte (non tutti) in full text; banche dati; una selezione di recensioni. Prevede la possibilità di compiere ricerche per passi biblici.

Enciclopedia interdisciplinare di religione e scienza (INTERS)
È un sito pubblicato dal «Centro di documentazione interdisciplinare di scienza e fede» della Pontificia Università di Santa Croce, a Roma. La sezione Anthology and Documents offre articoli, saggi e classici di filosofi, scienziati, teologi.

Biblioteca Vaticana Digitale
La Biblioteca Vaticana ha avviato la digitalizzazione dei suoi 80.000 manoscritti: un progetto che durerà 15 anni. Ad oggi sono già oltre 19.000 quelli tra i quali è possibile compiere ricerche attraverso la ricerca al link: https://digi.vatlib.it/mss/?ling=it.

Portale dei Beni culturali ecclesiastici BeWEB
All’interno del portale dei beni culturali ecclesiastici, la sezione dei beni librari offre, in collaborazione con il portale dell’editoria religiosa italiana Rebecca libri, percorsi bibliografici tematici su argomenti suggeriti dai calendari liturgico e civile.
Molti gli Istituti culturali ecclesiastici che si stanno attivando per promuovere attività culturali “da casa” e dare spunti alle famiglie per trascorrere questo tempo forzatamente libero. Beweb ne dà notizia, anche attraverso la propria pagina Facebook.

HatiTrust
Un database collaborativo e no profit creato da una rete di biblioteche accademiche degli Stati Uniti. Conserva oltre 17 milioni di documenti digitalizzati, cui offre accesso nella misura consentita dalle leggi sul copyright degli Stati Uniti, a scopo didattico e di ricerca.

Bibliographic information base in patristics
È un database bibliografico (ossia: non offre documenti ma riferimenti) specializzato in patristica e in tutte le discipline associate al cristianesimo patristico, offerto dall’Université Laval di Quebéc (Canada). Contiene oltre 30.000 record da 325 riviste relative agli studi patristici e alla storia del cristianesimo primitivo. L’interfaccia è in francese, ma alcune informazioni e le keyword associate ai record sono disponibili in inglese.

Biblindex
Un repertorio digitale di citazioni bibliche nei testi patristici.
Può essere usato come Bibbia sinottica online (strumenti biblici) o come indice di opere patristiche (strumenti patristici). Il progetto è gestito e implementato dall’Institut des Sources Chrétiennes di Lione. L’accesso ai dati è completamente gratuito; il blog collegato al portale ha una versione in francese e una in inglese.

Didaskalikos
Una directory che classifica i siti dedicati agli studi patristici per tipologia: siti delle associazioni patristiche nazionali/internazionali; siti con indici, siti sui calendari tardo antichi, segnalazione di biblioteche di fonti nelle diverse lingue (utili per chi non è di madre lingua italiana e cerca un veloce confronto su punti critici).

Internet Culturale – Istituto Centrale per il Catalogo Unico (ICCU)
È il portale che offre un accesso unico alle collezioni digitali delle biblioteche italiane: manoscritti, libri, spartiti, immagini, registrazioni sonore, file audio, periodici e altro ancora. Creato dalla Direzione generale biblioteche e istituti culturali del Ministero per i beni e le attività culturali, e gestito dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico (ICCU).

Biblioteca digitale della Biblioteca nazionale centrale di Roma
La Biblioteca Nazionale Centrale di Roma (1876) ha il compito di raccogliere e conservare la produzione editoriale italiana, documentare la principale produzione estera ed in particolare quella dedicata al nostro paese, produrre servizi bibliografici nazionali, diffondere e rendere disponibile il proprio patrimonio: per questo riceve dagli editori o dai responsabili delle pubblicazioni, una copia di tutto quello che viene pubblicato su tutto il territorio nazionale.
Molto del patrimonio custodito dalla BNCR è accessibile sulla biblioteca digitale, che raccoglie in un unico contenitore tutte le digitalizzazioni prodotte dalla Biblioteca: ad oggi oltre 16 milioni di immagini.
La Biblioteca Digitale è suddivisa in sei sezioni: STAMPATI (Libri antichi e Libri moderni); IMMAGINI (fotografie relative al Fondo Ceccarius e al fondo fotografico ISIAO); MUSICA (dischi e spartiti appartenenti al Fondo Siciliani); MANOSCRITTI (suddivisa ulteriormente in Manoscritti moderni e contemporanei e Manoscritti Antichi); FONDI D’AUTORE (ritagli appartenenti al Fondo Falqui e libri con dedica e tracce di lettura appartenenti al Fondo Falqui e al Fondo Morante); EMEROTECA NAZIONALE (periodici appartenenti alla Biblioteca nazionale).

Wold Digital Library
È la biblioteca digitale gestita dalla Library of Congress e dell’UNESCO. Mette gratuitamente a disposizione degli utenti una vasta collezionale di contenuti digitalizzati di provenienza internazionale: manoscritti, libri rari, immagini, filmati e registrazioni sonore.
È stata istituita per promuovere la conoscenza interculturale e restringere il divario digitale tra le nazioni.

Europeana
È una biblioteca digitale europea di documenti digitalizzati da diverse istituzioni dei 28 paesi membri dell’Unione europea. La sua dotazione include libri, film, dipinti, giornali, archivi sonori, mappe, manoscritti e archivi. Una sezione dell’“esperienza” sul sito è dedicata agli insegnanti e comprende video tutorial e lezioni basate sulle risorse documentarie disponibili su Europeana. In questo periodo dedica una delle sue “gallerie” (raccolte di documenti) agli EREMITI, campioni dell’isolamento sociale ante littera: //www.europeana.eu/it/galleries/hermits

Internet Archive
È una banca dati di contenuti che comprende testi, video, software, musica e altri “artefatti digitali”, nata in origine come archivio della rete stessa (1996). Dopo la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale negli Stati Uniti ha esteso le possibilità di uso dei suoi contenuti, già open access, creando una National Emergency Library che mette a disposizione circa un milione e mezzo di libri digitalizzati.

TED
È una organizzazione no profit che ha l’obiettivo di diffondere le idee e alimentare la conversazione culturale. Raccoglie videoconferenze brevi (max 18 min.). Inizialemtente (1984) dedicata a tecnologia, entertainment e design (da cui T.E.D.), oggi copre moltissimi argomenti anche grazie agli eventi organizzati localmente in forma di “convegni tematici” cui ci si può candidare con il proprio speech. I video sono in oltre 100 lingue e quasi sempre sottotitolati. Sulla piattaforma è possibile fare ricerche per termini chiave; per esempio, “religion” offre oltre 550 risultati. Esistono poi playlist tematiche create dai curatori di TED: per fare un esempio legato ai nostri temi, Faith in the modern world (9 talks, una delle quali di papa Francesco, aprile 2017); Are you there God? (11 talks con prospettive personali sulla fede).

Acta Apostolicae Sedis

BIASA – Periodici italiani digitalizzati


Inoltre segnaliamo siti che contengono risorse utili:

http://www.padridellachiesa.it  sito introduttivo con taglio “manualistico”. Ci sono schede per molti padri, e una possibilità di compiere ricerche nel sito.

I testi delle due collezioni curate da J.P. MIGNE:

http://www.roger-pearse.com/weblog/patrologia-latina-pl-volumes-available-online
anche in questo blog è presente la patrologia latina del Migne sotto forma di PDF scaricabili

http://pld.chadwyck.co.uk
La patrologia latina del Migne organizzata in un database interrogabile

http://patristics.org/resources/early-christian-texts
a cura della North American Patristic Society, contiene fonti e (in altra sezione del sito) il Journal of Early Christian Studies

http://www.augustinus.it
contiene l’opera omnia di S. Agostino in latino e in italiano, secondo l’edizione Città Nuova, oltre a una selezione di link utili:


RIVISTE open access delle quali la biblioteca possiede la versione cartacea, ove disponibile:

Annales de Phénoménologie
Rivista annuale pubblicata dalla Association Internationale de Phénoménologie. Dal vol. 16 (2017) diventa free e-journal.

Annali di Studi Religiosi
Rivista del Centro per gli Studi Religiosi della Fondazione Bruno Kessler. Dal numero 14 (2013), viene pubblicata solo online in modalità open access. Il periodico esce una volta l’anno e ospita articoli sia di ricercatori interni sia di studiosi esterni su temi legati alle trasformazioni del religioso, con particolare attenzione al contesto contemporaneo.

Anuario de Derecho Canonico
Rivista scientifica della Facoltà di Diritto Canonico di Valencia, che vuole essere un centro di riflessione e ricerca nel campo del Diritto Canonico e, allo stesso tempo, vuole essere un veicolo di comunicazione per studiosi e professionisti del diritto canonico.

Avvenire
Quotidiano italiano di ispirazione cattolica a diffusione nazionale, fondato nel 1968 a Milano: notizie e approfondimenti su chiesa, Papa Francesco, cronaca, cultura, politica, mondo ed economia.
In questo periodo di pandemia, l’editore attiva un abbonamento gratuito di quattro mesi riservato agli utenti della biblioteca che ne facessero richiesta. Se interessati, inviare mail a biblioteca@ftis.it

Estudos Teologicos
Rivista semestrale del corso di laurea in teologia delle Faculdades EST (Brasile) pubblicata in formato cartaceo ed elettronico. Pubblica testi inediti in portoghese, spagnolo, tedesco e inglese di ricercatori nazionali e stranieri nell’area della teologia o delle scienze della religione.

International Journal for Religion and Tranformation in Contemporary Society
Rivista pubblicata open access dal Research Centre “Religion and Transformation in Contemporary Society” dell’Università di Vienna.

L’Osservatore Romano 
Il quotidiano della Santa Sede, in questo periodo di pandemia mette a disposizione l’edizione integrale del giorno per la lettura online gratuita.

Pistis & Praxis – Teologia e Pastoral
Pubblicazione del Corso di Specializzazione in Teologia della Pontificia Università Cattolica del Paraná. È una rivista legata all’Unione Marista del Brasile (UMBRASIL) e pubblica opere originali e inedite che contribuiscono allo sviluppo della Teologia con un accento sulla Pastorale, affrontando temi emergenti in grado di favorire lo scambio di informazioni nonché il dibattito su questioni in questo campo della conoscenza.